Vi presentiamo le principali sagre e manifestazioni sul Lago di Bolsena.

Maggio

Sagra del Lattarino- Marta, quarta domenica del mese di Maggio, sul lungo lago di Bolsena.

Si svolge la quarta domenica del mese di Maggio. Durante la festa   viene distribuito fritto o degustato presso i tipici ristoranti di Marta , il lattarino, uno dei più conosciuti e prelibati pesci del lago di Bolsena.. La sagra si svolge sul lungo lago, dove il pesciolino viene fritto in una grande padella, rigorosamente con olio di oliva, e distribuito in piatti di ceramica , pitturati con tema la sagra stessa, in modo da lasciare un bel ricordo. Vi consigliamo di assaggiare i lattarini con un buon bicchiere di "Cannaiola", prelibato vino locale D.O.C.

 

Festa della Madonna del Monte a Marta.

 

Festa della Madonna del Monte - 14 Maggio centro storico di Marta Trattasi di un corteo religioso composto di carri multicolori , diversi ogni anno, costruiti dai giovani martani , con lavori anche di diversi mesi,ed addobbati con prodotti della terra e del lago di Bolsena. come pegno  alla Madonna. Il corteo si compone di quattro categorie:  i "Casenghi", ovvero coloro che in passato avevano il compito di sorveglianti delle tenute dei proprietari terrieri,che  sfilano a cavallo; i "Bilfolchi", cioè coloro che aravano e lavoravano la terra, che sfilano con buoi e aratri a chiodo; i " Villani" che mostrano carri colorati, ornati di fiori, frutta ed ortaggi ; ed i "Pescatori" che sfilano  portando in offerta i pesci del lago, accuratamente sistemati su barche trasportate per il paese. Il corteo attraversa tutta Marta , con suggestivi cori che i partecipanti dedicano alla madonna, e continui lanci di petali di fiori dalle abitazioni, con le acclamazioni  di un fiume di persone devote, e si dirige alla chiesa della Madonna del Castagno ove si svolgono le "passate", ovvero tre giri effettuati dai partecipanti al corteo, che entrano in chiesa  con animali ed attrezzi da lavoro ed escono dalla porta del convento, durante i quali ci si china a baciare una reliquia della Madonna tenuta in mano dal sacerdote.   

Luglio

 

Piccolo Borgo in Festa-Primo fine settimana di Luglio centro storico di Marta Il primo fine settimana di Luglio, il centro storico è organizzato a grande fucina  d' arte e artigianato all'aperto. Oggetto dell'esposizione, da acquistare o da ammirare, possono essere: piante e bonsai, ceramiche, ricami, oggetti in ferro battuto, vetrate artistiche, oggetti in pasta di sale, artigianato esotico, oggetti in legno, cuoio, caucciù , quadri, sculture,  attrezzature  di un tempo, decoupage, collane, bracciali, cinte, ecc.      Festa della Cannaiola - Seconda metà di Luglio centro storico di Marta La manifestazione si svolge nelle cantine e caratteristiche Vie e Piazze del centro storico, che per l'occasione sono arricchite di tavoli e sgabelli per degustare il favoloso vino rosso (cannaiola) , che viene servito accompagnato da tozzetti ( dolci  fatti artigianalmente secondo le antiche ricette martane) ed altre paste secche. Non manca la buona musica, rigorosamente dal vivo. Da non perdere. 

 

Agosto

 

Feste del Vino della Tuscia Fino al 24 agosto la Tuscia celebra i suoi vini nei borghi e nelle piazze con degustazioni guidate, stand enogastronomici, eventi folcloristici, musica e teatro. Settima edizione per la manifestazione dedicata al vino promossa da Camera di Commercio e Provincia di Viterbo. La Camera di Commercio di Viterbo e la Provincia di Viterbo presentano la settima edizione delle Feste del Vino della Tuscia, un itinerario che fino al 24 agosto unisce sapori, arte e tradizioni con un comune denominatore: il vino. L'iniziativa si articola tra Castiglione in Teverina (6-10 agosto), Civitella d'Agliano (25-27 luglio), Gradoli (25-27 luglio, 1-3 e 23-24 agosto), Marta (19-20 luglio, 2-3 e 9-10 agosto), Montefiascone (31 luglio-17 agosto), Tarquinia (1-3 agosto), Vignanello (10-16 agosto).

Oltre cento appuntamenti in un cartellone ricco di eventi che offrono l'opportunità di trascorrere piacevolissime serate, scoprire angoli incantevoli nei centri storici medievali, degustando i prodotti agroalimentari tipici accompagnati dagli eccellenti vini locali. Dalle degustazioni guidate da esperti sommelier agli itinerari enogastronomici nelle cantine e nelle aziende, dai convegni dedicati alle produzioni vinicole agli spettacoli teatrali e musicali, dalle cene in piazza e nelle taverne ai carri allegorici, dalle esibizioni folcloristiche all'osservazione delle stelle cadenti: ce n'è davvero per tutti i gusti. Il vino, quindi, come occasione di convivialità, riscoperta delle tradizioni, escursioni nei borghi, ma anche passione per un prodotto che nella provincia di Viterbo è frutto, prima di ogni altra cosa, di un grande amore per la propria terra.  

Festa del Pescatore - Primo Sabato e Domenica di Agosto loc. "Pontone", Marta Si svolge il primo sabato e domenica di Agosto nei giardini situati sulle rive del lago di Bolsena, vicino alla spiaggetta dei pescatori. Per l'occasione i giardini e le case che si affacciano sul lago vengono ornate con attrezzi e  reti da pesca tipiche (Martavelloni). Si cucina il pesce di lago appena catturato, con ricette tramandate dai pescatori stessi. Tipico esempio sono l'"Acquacotta alla pescatora" o "la Sbroscia".

Notti bianche a Tuscania, Marta, Capodimonte, Viterbo, Montefiascone.

VITORCHIANO notte delle candele, tutto il centro storico viene addobbato con migliaia di candele, che rendono il tutto suggestivo ed estremamente romantico.

ESEMPIO DI MENU' FESTA DEL PESCATORE Pennette alla Tomao. Filetti di Tinca,Coregone e Persico,Cipolla, Aglio,Prezzemolo,Peperoncino,Passata di Pomodoro,Olio extra vergine di oliva. Filetto di Goregone in salsa Frittura Filetti di Pesce     Festa del Villano - seconda metà di Agosto - Marta, loc. pontone, sul Lago di Bolsena Vengono cucinati i prodotti della terra del Comune di marta (ortaggi e legumi) e della pastorizia (formaggi locali) in ricette tramandate, come l'"Acquacotta alla Contadina", fagioli in umido con finocchio e la famosissima "panzanella" .

Settembre

A Trasporto della Macchina di Santa Rosa, più di cento facchini, trasportano per le vie del centro storico della città di Viterbo, appositamente abbuiato, una macchina alta oltre 30 metri. manifestazione suggestiva